Home

La tua guida per non perderti nell’universo freelance che mancava e oggi, fortunatamente, c’è.

Immagina il Freelance Lab come un abbraccio quando vorresti solo piangere, un bagno caldo dopo una giornata di gennaio, un tuffo in mare dopo un anno di duro lavoro, il cioccolatino alla fine del pranzo, un gatto accoccolato in braccio mentre fai colazione, un pagamento sul conto corrente. Qualcosa di cui sentivi forte il bisogno e ora finalmente c’è.

Se hai deciso che vuoi lavorare come freelance e parti da zero, probabilmente non sai a che santi votarti e hai tante domande.Sono freelance da cinque anni e tutto quello che ho imparato è il frutto di sbagli, figuracce, impulsività, emozioni non gestite. Non che ora di sbagli e figuracce non ne faccia mai o che sia in grado di domare la mia impulsività e le emozioni al cento per cento, eh, ma sono decisamente migliorata. E voglio condividere con te come ci sono riuscita.Perché per aprire partita iva ci vuole un click più una mezza giornata, e quando il commercialista ti comunica il tuo numero sei al settimo cielo, ma poi diventa tutto un – bel – po’ più complicato.Da quel momento sei imprenditrice di te stessa – IMPRENDITRICE –, e oltre a fare il tuo lavoro, dovrai gestire un sacco di altri aspetti che fino a quel momento ignoravi. In pratica, se decidi di diventare freelance sei come una grande multinazionale, con la differenza che guadagni molto meno e il lavoro che nell’azienda è ripartito su più persone, è tutto sulle tue spalle.Ah, e in più hai un socio con il quale dividere quasi la metà, a volte anche un po’ di più, dei tuoi guadagni: lo stato.  Non te l’aveva detto nessuno questo, vero?Però una volta che avrai ingranato e imparato a mettere le cose in fila, a gestire tutto l’ambaradan, a prendere il ritmo, sarà una figata pazzesca e ti chiederai perché non l’hai fatto prima.Ecco, al Freelance Lab ti aiuto a imparare come passare dall’essere in panico, all’essere felice e soddisfatta – di te e del tuo lavoro.Non ti prometto che diventerai milionaria, ma ti assicuro che con me imparerai a guidare il tuo business nella giusta direzione.Il Freelance Lab è il primo percorso di mentoring in Italia per aspiranti liberi professionisti.

Puoi partecipare se:

☆ hai bisogno di capire che strada prendere
☆ non hai le idee chiare ma vuoi impegnarti per far sì che lo diventino
☆ non hai paura di metterti in gioco – oppure sì, ma vuoi buttarti
☆ vuoi conoscere altre persone nella tua stessa situazione
☆ vuoi capire finalmente se il lavoro da freelance fa per te
☆ vuoi scoprire cosa c’è dietro al lavoro da libero professionista
☆ sai già fare il tuo lavoro: qui non ti insegno la teoria, ma la pratica di tutti i giorni. Quella che non troverai da nessun’altra parte.

Domande “bollenti” – volevo dire “frequenti”

Voglio arrotondare lavorando come traduttrice o interprete, il Freelance Lab può aiutarmi?

No. Il Freelance Lab è per chi ha intenzione di avviare un’attività a tempo pieno da freelance come traduttrice e interprete professionista.

Se mi iscrivo al Freelance Lab trovo lavoro?

E chi lo sa? Diciamo che insieme facciamo un percorso che ti rende consapevole delle azioni da compiere per riuscire a vivere del tuo lavoro da freelance, ma non ti garantisco di trovare lavoro. Dipende tutto da te.

Sono un uomo, posso partecipare al Freelance Lab?

Se non hai nulla in contrario a condividere uno spazio insieme a delle donne – che possono trovarsi in fase premestruale, ci tengo a dirlo per la tua incolumità – sei il benvenuto! Anzi, ti ci vorrebbe una medaglia al valore per il coraggio 🙂

Lavoro da dipendente ma vorrei aprire partita. Posso diventare una cavietta?

Se hai già una formazione in traduzione e interpretariato, sì. Altrimenti ti consiglio di frequentare qualche corso o master in traduzione e di ripassare tra un po’.

Non sono interprete o traduttrice, ma mi occupo di altro e vorrei aprire partita iva. Posso partecipare?

Sì! Il Freelance Lab si basa su quella che è la mia personale esperienza quando ho aperto partita iva come traduttrice e interprete, ma molte cose sono comuni a tutte le professioni, per cui potresti trovare spunti utili. In più a breve usciranno raccolte e approfondimenti anche su altri mestieri quindi… avanti tutta!

Cosa dice chi ha già partecipato al Freelance Lab?

Giulia Verecchia

 

Non posso che ringraziarti, Francesca! Per i tuoi spunti, la tua creatività, energia e la tua voglia di condividere la tua esperienza con ragazze alle prime armi come noi. Abbiamo da imparare ogni giorno! E io da te ho imparato! Spero tu possa continuare a insegnarmi.
2017-11-17T18:03:56+01:00
  Non posso che ringraziarti, Francesca! Per i tuoi spunti, la tua creatività, energia e la tua voglia di condividere la tua esperienza con ragazze alle prime armi come noi. Abbiamo da imparare ogni giorno! E io da te ho imparato! Spero tu possa continuare a insegnarmi.

Alessandra Pilieri

 

Cara Francesca, non ho nulla di negativo da dire, eppure così tanto di positivo da comunicarti. Mi hai riempito di gioia e di quesiti, mi hai messo paura e al contempo dato una spinta, hai donato a me e alle altre tempo e nozioni fondamentali. Ma soprattutto fiducia ed empatia. Non lo dimenticherò mai, e ricorderò tutto. Spero di poterti incontrare, di poter partecipare ai tuoi progetti e chissà un giorno confrontarci sul piano professionale. Ancora grazie!
2017-11-17T18:04:16+01:00
  Cara Francesca, non ho nulla di negativo da dire, eppure così tanto di positivo da comunicarti. Mi hai riempito di gioia e di quesiti, mi hai messo paura e al contempo dato una spinta, hai donato a me e alle altre tempo e nozioni fondamentali. Ma soprattutto fiducia ed empatia. Non lo dimenticherò mai, e ricorderò tutto. Spero di poterti incontrare, di poter partecipare ai tuoi progetti e chissà un giorno confrontarci sul piano professionale. Ancora grazie!

Anita D’Aversa

Quando Anita si è presentata al beta test del Freelance Lab mi è stato subito chiaro chi fosse: una ragazza molto preparata ma con una grande paura di lanciarsi come libera professionista.

A distanza di un anno da allora, Anita è volata dall’altra parte del mondo per seguire il suo cuore, sta studiando giapponese e il territorio per essere pronta davvero a iniziare la sua carriera di traduttrice.
2017-11-17T18:04:36+01:00
Quando Anita si è presentata al beta test del Freelance Lab mi è stato subito chiaro chi fosse: una ragazza molto preparata ma con una grande paura di lanciarsi come libera professionista. A distanza di un anno da allora, Anita è volata dall’altra parte del mondo per seguire il suo cuore, sta studiando giapponese e il territorio per essere pronta davvero a iniziare la sua carriera di traduttrice.

Marta Scultz

Prima di tutto ti ringrazio di cuore per questi mesi e per il tempo che ci hai dedicato, anche perché sapendo che per te è un anno importante sei stata davvero brava a organizzare tutto. Una cosa di questo corso che per me è stata fondamentale è il fatto che hai solo pochi anni di più di me. Vedere dove sei arrivata fin'ora mi ha dato una carica e una motivazione incredibili, perché sento che posso farcela anche io. Certo è un processo lungo e ci vuole pazienza, ma tu ci hai indicato la giusta direzione, il sentiero dorato per arrivare al Mago di Oz! Sei stata super disponibile e ci hai davvero dato tanto sostegno! Spero ovviamente di rimanere in contatto con te per festeggiare assieme i nostri successi futuri.
2017-11-17T18:04:57+01:00
Prima di tutto ti ringrazio di cuore per questi mesi e per il tempo che ci hai dedicato, anche perché sapendo che per te è un anno importante sei stata davvero brava a organizzare tutto. Una cosa di questo corso che per me è stata fondamentale è il fatto che hai solo pochi anni di più di me. Vedere dove sei arrivata fin'ora mi ha dato una carica e una motivazione incredibili, perché sento che posso farcela anche io. Certo è un processo lungo e ci vuole pazienza, ma tu ci hai indicato la giusta direzione, il sentiero dorato per arrivare al Mago di Oz! Sei stata super disponibile e ci hai davvero dato tanto sostegno! Spero ovviamente di rimanere in contatto con te per festeggiare assieme i nostri successi futuri.

Ilaria Sclafani

Il Freelance Lab è un "trait d'union" tra libere professioniste, che mettono a disposizione le loro competenze ed esperienze, e aspiranti tali. Se intendi lavorare come traduttrice e/o interprete freelance, questo percorso fa al caso tuo, non lasciatelo sfuggire!
2018-03-11T23:55:18+01:00
Il Freelance Lab è un "trait d'union" tra libere professioniste, che mettono a disposizione le loro competenze ed esperienze, e aspiranti tali. Se intendi lavorare come traduttrice e/o interprete freelance, questo percorso fa al caso tuo, non lasciatelo sfuggire!

Silvia Tanoni

Il Freelance Lab rappresenta il treno che aspettavo da tanto. Cercavo un percorso che mi aiutasse a pianificare la mia futura vita lavorativa. L'ho trovato molto utile e pratico. Conoscere la mia direttrice e le caviette è stato bellissimo: abbiamo condiviso esperienze di vario tipo, ma anche le gioie e i dolori di un mestiere che, soprattutto all'inizio, non è mai facile. Sarò sempre grata a tutte, professoresse comprese, per quello che mi hanno insegnato.
2018-03-11T23:56:28+01:00
Il Freelance Lab rappresenta il treno che aspettavo da tanto. Cercavo un percorso che mi aiutasse a pianificare la mia futura vita lavorativa. L'ho trovato molto utile e pratico. Conoscere la mia direttrice e le caviette è stato bellissimo: abbiamo condiviso esperienze di vario tipo, ma anche le gioie e i dolori di un mestiere che, soprattutto all'inizio, non è mai facile. Sarò sempre grata a tutte, professoresse comprese, per quello che mi hanno insegnato.

Lisa Meschi

Il Freelance Lab è stato IL punto di partenza per la mia attività. Ho imparato a organizzare il lavoro, a impostare le mie tariffe e a non tralasciare i lavori apparentemente meno importanti, come la pianificazione e il branding. Ho iniziato questo percorso contemporaneamente all'inizio della mia attività di traduzione perché avevo bisogno di una guida per i primi mesi (che sono poi diventati un anno intero!) e adesso mi sento pronta per iniziare il mio secondo anno di lavoro da sola. L'aspetto fondamentale? La solidarietà femminile, la pagina Facebook in cui ci siamo sempre sfogate, abbiamo chiesto consigli e abbiamo condiviso le nostre esperienze con Francesca e con le altre caviette!
2018-03-11T23:57:41+01:00
Il Freelance Lab è stato IL punto di partenza per la mia attività. Ho imparato a organizzare il lavoro, a impostare le mie tariffe e a non tralasciare i lavori apparentemente meno importanti, come la pianificazione e il branding. Ho iniziato questo percorso contemporaneamente all'inizio della mia attività di traduzione perché avevo bisogno di una guida per i primi mesi (che sono poi diventati un anno intero!) e adesso mi sento pronta per iniziare il mio secondo anno di lavoro da sola. L'aspetto fondamentale? La solidarietà femminile, la pagina Facebook in cui ci siamo sempre sfogate, abbiamo chiesto consigli e abbiamo condiviso le nostre esperienze con Francesca e con le altre caviette!

Elisa Salmoiraghi

Il Freelance Lab è arrivato nel modo giusto e al momento giusto. Mi ha presa per mano per tutto il 2017, un anno di totale cambiamento per me, e mi ha raccontato come funziona il mondo dei traduttori liberi professionisti. In tutte le sue sfaccettature. Nella buona e nella cattiva sorte. Nell'autodisciplina e nella determinazione di raggiungere i propri obiettivi. E a fine anno, io gli ho stretto la mano, l'ho salutato e gli ho detto che mi aveva fatto capire che volevo intraprendere un altro percorso: la libera professione non è la mia strada. Di sicuro non ora, probabilmente non lo sarà mai. Per i più scettici, aggiungo che, per assurdo, anche grazie al Freelance Lab, ho trovato il mio attuale impiego da dipendente: se non fosse stato per questo percorso non avrei mai compreso così a fondo l'importanza universale di scrivere un curriculum e una lettera di presentazione interessanti agli occhi di chi la riceve. Il Freelance Lab mi ha fatto cambiare prospettiva a riguardo tanto che, uno dei motivi per i quali l'azienda dove attualmente lavoro, ha scelto me, è stata proprio una lettera di presentazione fuori dagli schemi. Io, questo Freelance Lab, lo devo abbracciare fortissimo. Magari sarà un addio ma lo ricorderò sempre come una tappa fondamentale del mio percorso professionale e umano.
2018-03-11T23:59:25+01:00
Il Freelance Lab è arrivato nel modo giusto e al momento giusto. Mi ha presa per mano per tutto il 2017, un anno di totale cambiamento per me, e mi ha raccontato come funziona il mondo dei traduttori liberi professionisti. In tutte le sue sfaccettature. Nella buona e nella cattiva sorte. Nell'autodisciplina e nella determinazione di raggiungere i propri obiettivi. E a fine anno, io gli ho stretto la mano, l'ho salutato e gli ho detto che mi aveva fatto capire che volevo intraprendere un altro percorso: la libera professione non è la mia strada. Di sicuro non ora, probabilmente non lo sarà mai. Per i più scettici, aggiungo che, per assurdo, anche grazie al Freelance Lab, ho trovato il mio attuale impiego da dipendente: se non fosse stato per questo percorso non avrei mai compreso così a fondo l'importanza universale di scrivere un curriculum e una lettera di presentazione interessanti agli occhi di chi la riceve. Il Freelance Lab mi ha fatto cambiare prospettiva a riguardo tanto che, uno dei motivi per i quali l'azienda dove attualmente lavoro, ha scelto me, è stata proprio una lettera di presentazione fuori dagli schemi. Io, questo Freelance Lab, lo devo abbracciare fortissimo. Magari sarà un addio ma lo ricorderò sempre come una tappa fondamentale del mio percorso professionale e umano.

Federica Rutigliano

Il Freelance Lab è una bussola per le aspiranti freelance e le freelance alle prime armi; imparare da chi "ci è già passato" è un grande vantaggio che ti consente di essere più preparata ad affrontare le avversità di questo percorso. Il confronto umano è la chiave di tutto, non solo con la "Direttora", ma anche con le altre partecipanti... consigliatissimo!
2018-03-12T00:00:43+01:00
Il Freelance Lab è una bussola per le aspiranti freelance e le freelance alle prime armi; imparare da chi "ci è già passato" è un grande vantaggio che ti consente di essere più preparata ad affrontare le avversità di questo percorso. Il confronto umano è la chiave di tutto, non solo con la "Direttora", ma anche con le altre partecipanti... consigliatissimo!

Giulia Pagano

Ho iniziato questo percorso, scoperto per caso su Facebook, in ritardo. Malgrado ciò sono stata accolta nel gruppo con grande calore da parte di tutte le altre partecipanti e da Francesca. Ho imparato tante cose nuove, di cui non sapevo nulla o che vedevo molto lontane da me, ho imparato che fare il traduttore freelance non significa solo stare alla scrivania a tradurre, ma richiede molto lavoro su vari fronti e anche se all'inizio può spaventare, il Freelance Lab mi ha fatto capire che "si può fare", che lo posso fare (e prima di iniziare non ne ero così sicura). Ho trovato delle compagne di viaggio fantastiche e le lezioni non erano mai pesanti, anzi aspettavo con ansia il nostro appuntamento mensile. Rifarei il Freelance Lab mille volte!
2018-03-12T00:01:53+01:00
Ho iniziato questo percorso, scoperto per caso su Facebook, in ritardo. Malgrado ciò sono stata accolta nel gruppo con grande calore da parte di tutte le altre partecipanti e da Francesca. Ho imparato tante cose nuove, di cui non sapevo nulla o che vedevo molto lontane da me, ho imparato che fare il traduttore freelance non significa solo stare alla scrivania a tradurre, ma richiede molto lavoro su vari fronti e anche se all'inizio può spaventare, il Freelance Lab mi ha fatto capire che "si può fare", che lo posso fare (e prima di iniziare non ne ero così sicura). Ho trovato delle compagne di viaggio fantastiche e le lezioni non erano mai pesanti, anzi aspettavo con ansia il nostro appuntamento mensile. Rifarei il Freelance Lab mille volte!